Skip to main content

Storytelling aziendale B2B

By Ottobre 5, 2020Gennaio 5th, 2021Brand Identity, Brand journalism, Copywriting, SEO, Storytelling
Storytelling aziendale

C’era una volta un’azienda che produceva beni e servizi per altre aziende.  Qualcosa però non funzionava perché per quanto l’azienda si impegnasse a commercializzare i suoi prodotti, il business non cresceva. Il problema era che in un mercato così affollato era difficile differenziarsi e farsi notare. Un giorno però l’azienda trovò il sistema per connettersi con i clienti in modo più coinvolgente ed efficace e distinguersi dalla massa. L’azienda aveva scoperto il potere dello storytelling B2B e delle emozioni.  Da quel giorno la sua fu una storia di successo.

Da sempre raccontare storie è il modo più efficace per comunicare, ma oggi più che mai implementare una “strategia digital” emozionale ed esperienziale che comprenda lo storytelling aziendale è di fondamentale importanza per catturare l’attenzione di potenziali clienti e accrescere l’interesse di quelli già acquisiti.

Bombardati da mail, pop-up, messaggi pubblicitari e telefonate, anche in ambito B2B l’unico modo per far sentire la propria voce ed emergere nel mare del web è adottare una strategia storytelling che sappia intercettare e prevedere bisogni e paure, risolvere problemi in maniera sicura e convincente e connettersi nel profondo con i propri utenti creando esperienze positive.

Storytelling aziendale: dalla promozione all’emozione

La creazione di connessioni emotive con i consumatori è da sempre stata al centro della strategia marketing business-to-consumer (B2C). Diversa, invece, è stata per lungo tempo la comunicazione utilizzata in ambito B2B, caratterizzata da un content marketing dal tono formale e distaccato spesso privo di entusiasmo, empatia e di contenuti d’impatto.

C’è stato un tempo, infatti, in cui le aziende, supponendo che le decisioni dei buyer fossero dettate esclusivamente dalla razionalità e dalla logica, puntavano esclusivamente sul valore del branding con campagne marketing che si limitavano a esaltare caratteristiche e qualità dei prodotti.

Oggi le cose sono cambiate e quest’approccio oggettivo e razionale non convince più e anzi è ritenuto poco interessante se non addirittura fastidioso da parte dei buyer che considerano la maggior parte delle informazioni inviate dai fornitori, inutili, dispersive e in ogni caso non decisive nel processo d’acquisto.

Spesso s’immaginano le organizzazioni aziendali come entità astratte, logiche e razionali, la verità però è che le aziende sono fatte da persone e anche nelle scelte di un top manager le emozioni giocano un ruolo determinate. Arrivare semplicemente ai clienti con un elenco di proposte non serve più, perché oggi più che mai quello che realmente conta è instaurare un dialogo basato sulle emozioni e la verità, immaginando finalmente una nuova idea di comunicazione che passi dal business-to-business al business-to-human.

Cos’è lo storytelling aziendale e la sua importanza nel B2B

Sin dalle sue origini l’essere umano ha utilizzato il racconto per comunicare, condividere conoscenza e valori e costruire relazioni durature basate sulla fiducia e la condivisione. Ed è da sempre che poche semplici parole come “c’era una volta” ci affascinano predisponendoci ad ascoltare una storia che ci porterà lontano e ci farà viaggiare nelle nostre emozioni più profonde.

È il potere della narrazione e dello storytelling, quella capacità cioè di connetterci con la parte più profonda del nostro essere, quel “click emozionale” che arriva alle nostre emozioni primarie risvegliando l’immaginazione. Lo storytelling ci affascina e ci trasporta in una nuova dimensione, dove possiamo immedesimarci nei protagonisti e vivere le loro stesse esperienze.

Possiamo perciò definire lo storytelling aziendale B2B come il racconto che un brand fa di se stesso per avvicinare la sua proposta a clienti potenziali e mantenere vivo l’interesse di quelli già fidelizzati.  Attraverso il racconto di storie emozionali che creano un legame invisibile tra chi ascolta e chi racconta, lo storytelling comunica dei messaggi che entrano nel cuore delle persone e genera connessioni emotive fondamentali nel processo decisionale dei clienti e nella riconoscibilità di un brand.

Sfruttare la risorsa narrativa abbandonando per sempre la fredda e asettica comunicazione della “descrizione prodotto”, significa dare un tocco umano al tuo brand, connettersi con i clienti e creare legami duraturi.

In un mondo come quello del web sovraccarico d’informazioni e messaggi, una strategia digitale B2B che preveda un content marketing di valore, ottimizzato in ottica SEO ed emozionante è l’unico modo per differenziarsi dai concorrenti, ottenere attenzione e far crescere il proprio business.

Come fare storytelling nel B2B creando una storia efficace

Chi si occupa di content marketing sa che creare una connessione tra azienda e pubblico target è l’unico modo per emergere in un mondo altamente competitivo come quello del web. E per farlo occorre una storia autentica e coinvolgente in cui i veri protagonisti siano i potenziali clienti.

Una storia ben raccontata, infatti, fa sentire le persone parte di un gruppo che si riconosce in’azienda di cui condivide valori e aspirazioni contribuendo a costruirne un’immagine positiva. Ma come catturare in pochi secondi l’attenzione di un prospect che sta navigando in rete?

Scopo dello storytelling è raccontare un brand in modo spontaneo e naturale valorizzandone caratteristiche e fornendo in pochi secondi una soluzione decisa, chiara e convincente. Sebbene raccontare una storia possa sembrare semplice, la pianificazione di una strategia content marketing deve essere molto accurata e seguire una serie di passaggi che ne risaltino le potenzialità. Vediamoli uno per uno.

I protagonisti: chi è e cosa cerca il tuo pubblico target?

Il tuo pubblico è la cosa più importante! Racconti storie per lui per cui devi chiederti cosa gli piace, cosa cerca, cosa lo smuove, quali sono i suoi interessi e qual è la relazione tra il tuo brand e lui. Solo conoscendo il tuo pubblico potrai risvegliare in lui emozioni positive.

Messaggio: come vuoi che venga percepito il tuo brand?

Come vuoi che ti veda il tuo pubblico? Qual è l’emozione che vuoi suscitare? Per progettare una campagna “digital” efficace è necessario definire l’immagine che vuoi dare alla tua azienda: ecosostenibile, accessibile, esclusiva, specializzata in un determinato segmento? E ricorda, quanto più chiaro è il profilo dei tuoi potenziali clienti, tanto più facile sarà costruire l’immagine di un brand.

Cerca l’emozione

Il fine dello storytelling è che i tuoi potenziali clienti si emozionino. Che ridano, piangano o si irritino l’importante è suscitare emozioni  perché è in questo modo che i tuoi prospect si ricorderanno di te.

Dai la soluzione

Lo storytelling non serve a raccontare quanto è bello o quanto è utile il tuo prodotto, ma piuttosto a vendere il brand. In questo senso la narrazione serve a trasmettere i valori del brand, la sua mission, la sua reputazione e personalità e a costruire un appeal di marca che genererà aspettative sui vantaggi derivanti dall’acquisto del tuo prodotto o servizio.

Per inserire lo storytelling nelle tue strategie marketing in modo efficace, quindi, identifica i punti deboli dei tuoi clienti e usali in modo creativo come ispirazione per costruire una storia avvincente. Il cliente si riconoscerà nella storia e sarà pronto a fidarsi perché sa di avere qualcosa in comune con te. Ed è ora che arriva il momento più entusiasmante: la tua azienda risolve il conflitto diventando l’eroe della storia.

Strategia di content marketing efficace? Conviene affidarsi a una web agency

Creare contenuti e storytelling coinvolgenti è sicuramente arte e creatività ma è anche scienza e conoscenza. Per quanto possa sembrare semplice, definire e pianificare un progetto digitale efficace prevede in realtà competenze specifiche in ambiti come SEO, Digital Marketing e Social Media.

Per farsi notare sul web e aumentare la propria visibilità occorre mettere in campo una strategia precisa, organizzata e ben indirizzata. In questo senso la SEO riveste un ruolo fondamentale per aumentare la visibilità di un progetto digitale. Scalare i motori di ricerca e ottenere un buon posizionamento nei risultati di ricerca  è, infatti, di fondamentale importanza  perché il tuo sito venga visitato da un numero sempre maggiore di utenti convertibili in potenziali clienti.

Affidarsi a una web agency significa pertanto poter contare sulle competente di professionisti che definendo un progetto digitale ben strutturato e personalizzato, generano lead, fanno crescere la visibilità del tuo sito, migliorano la brand reputation e creano un’identità digitale unica e riconoscibile nello sconfinato mercato dell’online.

Se cerchi un supporto operativo e strategico per le tue attività di storytelling e content marketing, in Parklab  mettiamo a tua disposizione le nostre competenze per trovare il contenuto giusto per ogni cliente. Insieme a te creiamo una strategia marketing specifica per ogni canale digitale e misuriamo le performance in modo da apportare eventuali azioni di miglioramento e verificare il ritorno dell’investimento.

Vuoi ottimizzare il tuo sito in ottica SEO? Per essere sempre un passo avanti e cogliere le infinite possibilità offerte dal mercato globale, in Parklab definiamo una strategia SEO che ottimizzando i contenuti per i motori di ricerca e i canali social, intercetta le richieste di tutti quegli utenti che per caratteristiche rientrano nel tuo target predefinito.

In Parklab amiamo raccontare storie di successo, per questo sviluppiamo strategie content marketing che fanno in modo che la relazione tra la tua azienda e i tuoi clienti duri molto a lungo.

Close Menu